Posts in Menù per le occasioni

menu-vegan-pasqua-cruelty-free

Menù di Pasqua vegan per un pranzo cruelty free!

18 marzo 2016 Posted by Menù per le occasioni

Antipasto menù di Pasqua Vegan

Tartellette di pasta frolla salata Veg con cuore di carciofi

tartellette-di-pasta-frolla-salata-veg-cuore-carciofi

 

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di farina integrale di grano tenero
70 gr di olio extravergine di oliva
1/2 cucchiaino di sale
50 ml di acqua ghiacciata
4 carciofi
Un limone
Uno spicchio di aglio
500ml circa di brodo vegetale

Procedimento

Prendere i carciofi togliere le foglie lavarli, mondarli delle foglie più dure, poi dividerli a metà e metterli un un recipiente con acqua ed un limone spremuto che servirà a non farli annerire.
Prendere una padella, che potrà contenere i carciofi durante la loro cottura.
Prendere i carciofi, tagliarli a fettine molto sottili.

procedimento-carciofi-tartellette-veg carciofi-in-padella-tartellette

Mettere un pentolino con il brodo vegetale sul fuoco, in modo che quando lo userete per cuocere i carciofi, sarà caldo e non blocchi la cottura dei carciofi aggiungendolo poco alla volta durante la cottura.
Mettere nella padella uno spicchio di aglio, 2/3 cucchiai di olio e far scaldare appena, poi aggiungere i carciofi, io tolgo l’aglio poco dopo aver aggiunto i carciofi, perché non amo il sapore troppo forte dell’aglio.
A questo punto continuare la cottura dei carciofi aggiungendo, poco alla volta, il brodo vegetale.
Ci vorranno circa 20/30 minuti, dipende dal carciofo.
Quando saranno cotti spegnere il fuoco e lasciare da parte.

A questo punto iniziamo a lavorare gli ingredienti per fare la pasta frolla salata.
Mettere la farina setacciata a fontana su un piano di lavoro, aggiungere l’olio ed iniziare a lavorare l’impasto, aggiungendo poco alla volta l’acqua ghiacciata.
L’impasto dovrà essere abbastanza morbido ed elastico.
Formare una palla, avvolgerla con pellicola trasparente e mettere in frigo, a riposare, per 35/40 minuti.

pasta-frolla-salata-vegan

Appena l’impasto avrà riposato, prendere degli stampini per muffin (io uso quelli in silicone), mettere al centro dello stampino una pallina di pasta e stenderla con i polpastrelli per tutta la superficie dello stesso. La pasta dovrà essere spessa ma dovrà essere alta qualche millimetro.
Accendere il forno, programma ventilato, temperatura 150 gradi.
Continuare la preparazione delle tartellette di pasta frolla salata veg, mettendo all’interno i carciofi in modo che riempiano perfettamente tutti gli spazi.
Condire con un filo di olio e mettere in forno per circa 20/25 minuti.
Quando saranno cotte sfornateli, metteteli in un piatto da portata e serviteli come antipasto.
Oltre ad essere piacevoli da vedere, sono anche molto appetitosi… e a tutti voi un buon inizio del vostro Menù di Pasqua vegan, cruelty free.

 

 

 

Sfogliatina vegan di verdure

 

sfogliatina-vegan-di-verdure

 

Ingredienti per 4 persone:

Una melanzana rotonda di quelle viola chiaro
Un peperone giallo
8 fettine di formaggio Veg
Granella di nocciole
Olio extravergine di oliva
Sale qb
Pepe qb

Procedimento

Prendere la melanzana, lavarla, farla a fettine non troppo spesse.
Prendere una piastra, porla sul fuoco, farla riscaldare bene e far grigliare le fettine di melanzana.

Prendere un peperone,lavarlo e metterlo in forno intero, per farlo cuocere un po’, tanto da poterlo poi spellare bene.
Quando si sarà formata una specie di crosticina scura, toglierlo dal forno e metterlo in un sacchetto di carta.
Chiudere il sacchetto e mettere il peperone da parte per qualche minuto.
Una volta che si sarà freddato, spellarlo e farlo a striscioline sottili.

Prendere una teglia da forno, metterci un foglio di carta da forno leggermente oleata.
A questo punto prendere un coppapasta di forma rotonda porlo sul foglio di carta, iniziare a fare degli strati:
una fettina di melanzana,
un pizzico piccolissimo di sale,
una spolverata di pepe,
un cucchiaino di olio,
il peperone ,
un pizzico piccolissimo di sale,
una spolverata di pepe,
un cucchiaino di olio.
A questo punto mettete una fettina di formaggio Veg.
Seguitare a stivare mettendo prima la melanzana, poi il peperone ed alla fine il formaggio a piccoli quadratini ed un  filo di olio.

procedimento-sfogliatina-vegan-di-verdure

Preparare 4 sfogliatine tutte alla stessa maniera e metterle in forno ventilato a 150 gradi.
Farle cuocere per venti minuti in forno ventilato a 150 gradi.
Aprire il forno spolverare le sfogliatine con una manciata di granella di nocciole, lasciare cuocere ancora per 5 minuti poi estrarle dal forno.
La carta da forno, vi servirà per poterle estrarre dalla teglia senza farle scomporre.
Posizionatele su di un piatto da portata, sfilate la carta da sotto, sfilare la formina, che vi è servita per cuocere le sfogliatine e guarnire il piatto con un po’ di granella di nocciole.adesso il vostro secondo antipasto del Menù di Pasqua vegan è pronto in tavola.

 

 

 

Primo piatto menù di Pasqua Vegan

Mezzelune di pasta fresca con ripieno di zucca gialla e amaretti

mezzelune-di-pasta-fresca-ripieno-zucca-gialla-amaretti

Ingredienti per 4/6 persone:
Pasta fresca:
200 gr di farina di grano duro
200 gr di farina tipo 0
Un bicchiere circa di acqua
Un pizzico di sale

Per il ripieno:
1 kg di zucca gialla
12 amaretti
100 gr di lievito alimentare in scaglie

Condimento:
Qualche fogliolina di salvia
Olio extravergine di oliva
Un cucchiaio abbondante di curcuma

Procedimento

Prendere la zucca gialla, togliere la buccia e farla a fette alte mezzo cm.
Accendere il forno a 180 gradi ventilato.

zucca-gialla-in-forno zucca-gialla-nel-mortaio zucca-gialla-per-ripieno-mezzelune-vegan

Prendere una teglia metterci un foglio di carta da forno e riporci le fette di zucca, farle appassire in forno, in modo che perdano un po’ del loro liquido.
Appena pronte, metterle in un mortaio, schiacciare e metterle in una ciotola.
Prendere gli amaretti, metterli nel mortaio e ridurli in polvere.
Aggiungere gli amaretti ed una manciata di lievito alimentare in scaglie alla zucca e mettere da parte.

amaretti-nel-mortaio ripieno-mezzelune-vegan-zucca-gialla-amaretti lievito-alimentare-in-scaglie

Su di una spianatoia, setacciate le due farine  ed il sale e formate una fontana mettere al centro un po’ dell’acqua, non tutta, iniziare ad impastare e seguitare ad aggiungere l’acqua un po’ alla volta.
Impastare energicamente, fino a quando l’impasto sarà omogeneo ed elastico.
A questo punto stendere la pasta con il mattarello, dovrà essere sottile tipo quella delle tagliatelle, ma senza esagerare, altrimenti si potrebbe rompere durante la cottura e potrebbe fuoriuscite il ripieno.
Prendere un coppapasta di forma rotonda, tagliare la pasta e mettere all’interno di ogni cerchio un po’ del ripieno.
Chiudere come si fa normalmente per fare i ravioli, spingendo bene con le dita, in modo che rimangano chiusi, anche durante la cottura.

fontanella-di-farine pasta-fresca-mezzelune-vegan pasta-fresca-tagliata-per-mezzelune-veg

La pasta che avanza dopo il taglio, deve essere presa ed impastata di nuovo, praticamente tutto questo fino a quando l’impasto ed il ripieno saranno esauriti.

procedimento-mezzelune-vegan mezzelune-vegan-pasta-fresca sugo-olio-salvia-curcuma

In una pentola portare ad ebollizione abbondante acqua salata.
Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore, versare le mezzelune e farle cuocere per circa 10/15 minuti.
Mentre le mezzelune di pasta fresca con ripieno di zucca gialla e amaretti cuociono, prendere una padellina, metterci l’olio, le foglioline di salvia, tranne alcune che lascerete da una parte e che vi serviranno per decorare il piatto, e la curcuma, far scaldare l’olio e mescolare in modo che la curcuma si sciolga completamente.
A questo punto scolare le mezzelune, metterle in un piatto e versarvi il condimento di salvia e curcuma.
Un insolito modo di reinterpretare una cucina emiliana, facendo diventare questo piatto Vegan, senza uova e parmigiano.

 

Dolce menù di Pasqua Vegan
Crostata vegan con marmellata di pomodori verdi e fichi

porzione-crostata-vegan-menu-pasqua

 

Ingredienti per 6/8 persone:

300 gr di farina integrale
180 gr di margarina vegetale
75 gr di zucchero di canna integrale
Un pizzico di sale
Poca acqua ghiacciata
Marmellata di pomodori verdi e fichi  250 gr circa
4 amaretti

 

Procedimento

Mettere su un piano di lavoro la farina, setacciata a fontana, lo zucchero di canna ed un pizzico di sale.
Posizionare al centro la margarina e lavorare velocemente l’impasto, aggiungendo un po’ di acqua , fino a quando l’impasto sarà morbido ma compatto.
Prenderlo, ricoprirlo con una pellicola è mettere in frigorifero per un’ora circa.
Quando l’impasto avrà riposato, prenderlo, toglierne una pallina più piccola di un mandarino che vi servirà per completare la crostata, stenderlo in un testo rotondo, lasciando i bordi un po’ alti per avere la possibilità di mettere all’interno la marmellata.
Io ho utilizzato la marmellata di pomodori verdi e fichi (cliccare qui per vedere la mia ricetta) ma potrete utilizzare la marmellata che avete a disposizione.

impasto-crostata-vegan-con-pellicola impasto-crostata-vegan-su-teglia marmellata-impasto-crostata-vegan

A questo punto mettete la marmellata, livellarla bene, poi  sbriciolateci l’impasto che avevate tenuto da parte sopra ed aggiungere anche gli amaretti sbriciolati.
Cuocere in forno caldo , ventilato, a 180 gradi per circa 30 minuti.
Quando sarà pronta lasciatela raffreddare un po’, altrimenti rischierete di romperla.

crostata-vegan cottura-crostata-vegan crostata-vegan-marmellata-pomodori-fichi

Una volta che la crostata vegan con marmellata di pomodori verdi e fichi si sarà freddata mettetela su di un piatto da portata, ed la crostata per il vostro menù di Pasqua vegan sarà pronta .
La caratteristica dei dolci vegan è che, non contenendo uova o grassi animali, risulteranno molto più leggeri, con poche calorie pur non perdendo nulla in gusto.

A questo punto non mi rimane che augurarvi una Buona Pasqua cruelty free in compagnia delle ricette di Vegan Place!

cena-vegan-di-san-valentino-vegan-place

Cena vegan di San Valentino

12 febbraio 2016 Posted by Menù per le occasioni

Riso rosso selvaggio – cena vegan di San Valentino

riso-rosso-selvaggio-cena-S-Valentino

Ingredienti 2 persone riso rosso selvaggio:

120 gr di riso rosso selvaggio
1/2 peperone rosso
1 zucchina
4 pomodorini piccoli tipo ciliegino
Un pizzico abbondante di paprika
Formaggio Vegan spalmabile 30 gr (facilmente reperibile nei negozi che vendono prodotti Vegan)
Olio extravergine di oliva
Peperoncino
4/5 capperi in aceto di mele
Amido di mais (maizena)
Una tazza di brodo vegetale
Sale grosso integrale

Procedimento

In una pentola portare ad ebollizione 500 ml di acqua leggermente salata, poi versarvi il riso.
Il riso sarà cotto solo quando avrà completamente assorbito tutta l’acqua di cottura.
Nel frattempo prendere il peperone, precedentemente lavato e a cui saranno stati tolti tutti i filamenti bianchi all’interno ed i semini.
Tagliarlo a striscioline sottili, metterne da parte alcune che serviranno per guarnire il piatto alla fine ed il resto farlo a piccoli cubetti, il più piccoli possibile.

Preparare la zucchina, nella stessa maniera, cioè ridurla a cubetti piccolissimi, avendo prima tolto un po’ della polpa.
Prendere una padellina, mettere 2/3 cucchiai di olio di oliva, farlo appena scaldare, mettervi un pezzetto di peperoncino, poi versarvi il peperone e la zucchina.

ingredienti-riso-s-valentino preparazione-zucchine-peperoni-riso-s-valentino

Fate appena insaporire le verdure con l’olio poi aggiungere poco alla volta il brodo vegetale, precedentemente messo a scaldare in una pentolina.
Mentre le verdure si cuociono, prendere i pomodorini, farli a cubetti e metteteli in una padellina con un cucchiaio di olio.

pomodorini-ciliegino-sughetto riso-rosso-selvaggio

Farli cuocere a fuoco dolce e quasi a fine cottura, appena un minuto prima, versarvi l’amido di riso che vi aiuterà a rassodare questa salsina, che servirà per guarnire il piatto.
Appena il riso sarà cotto versarlo nella padella con le verdure, una buona spolverata di paprika e farlo amalgamare bene al condimento.
Spegnere il fuoco, prendere il formaggio Vegan ed aggiungerlo al riso.

riso-rosso-con-formaggio-vegan

A questo punto passiamo ad impiattare.

Prendere una forma di coppa pasta, quella che preferite, a me e’ piaciuta quadrata, versarvi il riso, facendo un po’ di pressione.
Prendere altre due formine, potrete usare quelle per fare i biscotti, in acciaio, e disponetele sul piatto una accanto all’altra.
Riempitele con la salsa di pomodoro e pressate un po’.
Prendete i peperoni che avevate precedentemente lasciato a filetti, disponeteli su un lato del piatto, togliete le formine ai pomodori e quella usata per il riso ed il piatto è pronto.
Come avrete notato non ho usato sale nella cottura delle verdure e nemmeno in nei pomodorini.
Il riso e’ già saporito di suo, le verdure sono state cotte con il brodo vegetale e la paprika farà il resto.

Consiglio

Gustare il riso accompagnandolo sempre ad una puntina dei cuori di pomodorini.
Vi garantisco che questo sapore, diciamo così …esotico, renderà la vostra cena di San Valentino indimenticabile.
Piatto che stuzzica i sensi…

Proprietà del riso rosso selvaggio:
È ricco di fibre , regola i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue.
È un antiossidante.
Contiene vitamina B6 e minerali come ferro, magnesio, zinco, inoltre è altamente digeribile.

 

 

 

Zucchine e peperoni in tempura –  cena vegan di San Valentino

 

verdure-in-tempura

 

Ingredienti 2 persone zucchine e peperoni in tempura:

100gr di farina
1 bicchiere di acqua frizzante
1 pizzico di sale
1 zucchina
1 peperone rosso
olio di semi di arachidi

Procedimento

Per prima cosa mettere l’acqua frizzante in frigorifero ed accertarsi di avere dei cubetti di ghiaccio a disposizione.
Lavare e mondare la zucchina, togliere un po’ della parte bianca interna ( come in foto) e farla a striscioline sottili, poi prendere il peperone rosso, tagliarlo a striscioline privandolo prima di tutti i semini e dei filamenti bianchi.

zucchine-in-tempura-procediemnto zucchine-tempura-procedimento
peperoni-tempura-procedimento peperoni-zucchine-in-tempura

Prendere una vaschetta di medie dimensioni e mettervi dentro dei cubetti di giaccio con dell’acqua, poi prendere una ciotolina dove andremo a preparare la pastella e collocarla tra i cubetti di ghiaccio. Il segreto per fare una buona tempura è mantenere la pastella sempre molto fredda fino al momento della cottura.
Nella ciotolina versare prima la farina, poi poco a poco l’acqua frizzante rigorosamente di frigorifero e mescolare con un cucchiaio, poi aggiungere un pizzico di sale.

In una padella mettere a scaldare l’olio di semi di arachidi e quando l’olio sarà ben caldo, iniziare a friggere.

Prendere quindi i bastoncini di verdure, passarli nella pastella e metterli a cuocere nella padella.
Il consiglio è di friggere pochi pezzi alla volta per evitare che si attacchino tra di loro.
Quando la pastella sarà dorata e croccante, togliere le verdure dalla padella e metterle a sgocciolare su di un piatto ricoperto da carta paglia o da carta assorbente.
Il consiglio è di mangiare zucchine e peperoni in tempura ben caldi.

 

 

 

Dolce di cioccolato banana e peperoncino – cena vegan di San Valentino

 

dolce-cioccolato-e-peperoncino

Ingredienti per 2 persone dolce di cioccolato banana e peperoncino

100 gr di cioccolato extra fondente
2 cucchiai di polvere di carruba
3 cucchiai di latte di riso
rhum bianco
100 gr di nocciole tostate
mezza banana
50 gr di uvetta sultanina
Un cucchiaino di farina integrale
Una piccola puntina di peperoncino

 

Procedimento

In una ciotolina mettere l’uvetta a bagno con il rhum per circa una ventina di minuti.
Prendere il cioccolato extra fondente, farlo sciogliere a bagnomaria ed aggiungervi il peperoncino.
In un frullatore inserire la mezza banana fatta a rondelle e l’uvetta strizzata e frullare per qualche secondo.
Quando il cioccolato sarà completamente fuso, metterlo in una ciotola, aggiungere la polvere di carruba, il latte e il mix di banana ed uvetta appena frullato.
Amalgamare bene il tutto, il composto deve avere la consistenza di una mousse, se necessario, si potrà aggiungere ancora un filo di latte di riso.

Nel frattempo prendere una placca da forno e ricoprirla con della carta da forno.
Mettere in una ciotola le nocciole, 2 o 3 cucchiai di rhum bianco, la farina ed amalgamare bene il tutto, poi disporle sulla placca da forno, infornare accendendo solo il grill… le nocciole si dovranno solamente tostare per cui saranno sufficienti pochissimi minuti… attenzione a non bruciarle, altrimenti prenderanno un fastidioso sapore amaro.
Appena saranno pronte, toglierle dal forno, aspettare che raffreddino, poi con le mani, cercare di sbriciolarle un po’.

Prendete delle coppette da dessert, versarvi come base il nostro dolce di cioccolato banane e peperoncino, mettervi sopra una bella manciata di nocciole tostate e riporre a risposare in frigo per 30 minuti.

Potrete guarnire questo dolce con dei peperoncini freschi e magri metterlo in un piattino dove avrete posto precedentemente una rosa… il resto dovrà farlo il vostro lui…
Buona cena  vegan di  San Valentino a tutti Voi da Vegan Place e che sia una giornata piena di amore, serenità  e …  😉

Eventi

  • Non ci sono eventi

INSTAGRAM

  • Si può essere dolci con amore❤️fruit#strawberry#kiwi#biscuits#cakes😍
  • Fruttidiboscochepassione#mangiaresano#love#fruits#red#passion#veganfood❤️
  • Cerealichepassione#veganfood#cibosano#crueltyfree#lovefood#veganlifeisgood❤️
  • Cakes#chocolate#veganfood❤️
  • Fruits#colours #passion#love#red#yellow#violet#the coloursoflife❤️
  • Solocrudo#creativeveganfood#crueltyfree#fruttasecca#spinach#cibosano#veganfood#vegan❤️

SEGUICI !

Archivi

Send this to a friend